Chi siamo
La nostra peculiarità
La strategia
La "consapevolezza"
Cosa ci proponiamo
Le nostre priorità
Dove siamo rappresentati
Per informazioni
Lo statuto dell'associazione



Chi siamo

La nostra Associazione nasce a Roma il 25 Ottobre 2004 su iniziativa di un nucleo di soci fondatori che avevano vissuto una precedente esperienza associativa nel campo della tutela della salute mentale e sentivano la necessità di "creare" qualcosa di nuovo; il suo nome sta a significare che i suoi soci sono "amici", ovvero sostenitori, della "legge 180", forse meglio nota come "legge Basaglia", della quale auspichiamo la completa attuazione.



^
^


La nostra peculiarità

Oltre a sostenere, come già detto, la necessità di una completa applicazione della "legge 180", cosa che non vale necessariamente per tutte le associazioni che si occupano del disagio mentale, la nostra peculiarità è che, partendo da un gruppo di familiari, abbiamo voluto costituire una associazione di cittadini, annoverando tra i soci utenti, studenti, volontari, amministratori e chiunque mostri sensibilità nei confronti della problematica della salute mentale, questo anche perché il disagio mentale è un problema di tutti, non solo degli utenti e dei loro familiari, e, in prospettiva, potrebbe riguardare direttamente ognuno di noi.



^
^


La strategia

La strategia è quella di radicarsi nel territorio: per questo si è cercato fin dall'inizio il confronto con il Municipio Roma XI ottenendone la piena collaborazione. In futuro lavoreremo, cercando il coinvolgimento e l'alleanza delle istituzioni e delle forze sociali, per garantire a tutti il diritto di cittadinanza e favorire l'integrazione socio sanitaria.



^
^


La "consapevolezza"

Per mettere in campo pratiche trasformative e innovative, bisogna prima di tutto puntare sulla "formazione": per i soci, per i cittadini, per gli operatori professionali. E' necessario essere "consapevoli" ovvero "capire" e "conoscere". Ad esempio capire perché le cose non vanno bene e conoscere le esperienze positive realizzate altrove per trarne insegnamento. Ci impegniamo pertanto a partecipare alle occasioni di confronto e di crescita ma anche a realizzarne. Partecipiamo ad iniziative organizzate dall'UNASAM (coordinamento nazionale delle associazioni per la salute mentale che si impegnano per la completa attuazione dei principi della "legge 180") e al Forum Nazionale della Salute Mentale, inoltre abbiamo in cantiere nostre iniziative.



^
^


Cosa ci proponiamo

Secondo l'art.2 dello statuto di "180amici", la nostra associazione prevede "di agire per il riconoscimento dei diritti e dei bisogni delle persone con disagio mentale e delle loro famiglie, per favorire la tutela e la promozione della salute mentale comunitaria attraverso il coinvolgimento dei cittadini e delle reti sociali primarie e secondarie, per contrastare lo stigma ed il pregiudizio nei confronti del malessere mentale" e di "agire a beneficio di tutta la collettività" favorendo "la conoscenza, il confronto e lo scambio di esperienze tra i familiari delle persone con disagio mentale, tra gli stessi utenti, e quindi tra i familiari, gli utenti e la cittadinanza", dando "vita ad iniziative concrete, soprattutto di tipo culturale e sociale".



^
^


Le nostre priorità

E' evidente che:
- troppo spesso anche a Roma i servizi di salute mentale sono luoghi dove la miseria e la trascuratezza dell'habitat si impongono nell'impatto con l'utenza, privi di adeguati spazi di accoglienza ed in cui la preziosa risorsa umana dei pochi operatori motivati viene continuamente dilapidata;
- le "buone pratiche" vanno conosciute e divulgate, in particolare quelle a "porte aperte" mentre vanno svelate e denunciate le pratiche coercitive e abusanti;
- per affrontare la questione del T.S.O. (Trattamento Sanitario Obbligatorio), che tanto coinvolge utenti e familiari nel dolore e nell'impotenza, si deve ripartire da una piena assunzione di responsabilità e da una adeguata presa in carico della persona in crisi, anche se temporaneamente non consenziente al trattamento, da parte degli operatori; inoltre riteniamo che si debbano creare le condizioni perché al più presto i Centri di Salute Mentale divengano i luoghi dove prendersi cura anche delle persone in situazioni di malessere acuto, 24 ore su 24 e con possibilità di accoglienza diurna e notturna.



^
^


Dove siamo rappresentati

Abbiamo chiesto di aderire all'UNASAM, (coordinamento nazionale delle associazioni per la salute mentale che si impegnano per la completa attuazione dei principi della "legge 180").
Siamo membri della Consulta Municipale Socio-sanitaria.
Siamo presenti allo sportello del Segretariato Sociale presso la sede del Municipio Roma XI.



^
^


Per informazioni

Per informazioni:
- sportello presso la sede del Municipio Roma XI, Via Benedetto Croce n. 50, il giorno venerdì dalle ore 16.00 alle ore 18.00 - tel. 06-69611670
- segreteria: cell. 3486704063
- fax: 06-233203068
- e-mail: 180amici@libero.it
- sito: http://centottantaamici.altervista.org oppure http://www.180amici.tk



^
^



Roma - Gennaio 2005